Carrelli elevatori: meno incidenti e più sicurezza in 4 step

Carrelli elevatori: meno incidenti e più sicurezza in 4 step

Nei magazzini di tutta Europa si verificano ogni anno migliaia di incidenti da molto gravi a fatali a causa della scarsa visibilità e del mancato rispetto delle distanze di sicurezza. Dal momento che oltre la metà degli incidenti con carrelli elevatori si traduce in esiti tragici per i pedoni coinvolti, appare lampante la necessità di prendere contromisure per avvisare adeguatamente il personale a piedi dell’eccessiva vicinanza con un carrello.

Ecco quindi spiegato in quattro step come migliorare gli standard di sicurezza.

1)  Anche se il vostro carrello elevatore è già dotato di luci di sicurezza standard, un ulteriore optional di salvaguardia potrebbe essere un’aggiuntiva luce di proiezione blu o stroboscopica. La luce blu, in particolare, proietta una linea luminosa, davanti e/o dietro al carrello in movimento, che arriva fino ad una distanza di […]

Le nostre news
Nei magazzini di tutta Europa si verificano ogni anno migliaia di incidenti da molto gravi a fatali a causa della scarsa visibilità e del mancato rispetto delle distanze di sicurezza. Dal momento che oltre la metà degli incidenti con carrelli elevatori si traduce in esiti tragici per i pedoni coinvolti, appare lampante la necessità di prendere contromisure per avvisare adeguatamente il personale a piedi dell’eccessiva vicinanza con un carrello.

Ecco quindi spiegato in quattro step come migliorare gli standard di sicurezza.

1)  Anche se il vostro carrello elevatore è già dotato di luci di sicurezza standard, un ulteriore optional di salvaguardia potrebbe essere un’aggiuntiva luce di proiezione blu o stroboscopica. La luce blu, in particolare, proietta una linea luminosa, davanti e/o dietro al carrello in movimento, che arriva fino ad una distanza di 6 metri, rappresentando un ottimo avvertimento visivo. In caso di curve cieche, ingressi/fuoriuscite di carrelli elevatori da porte di un magazzino, di un container o di rimorchi, la luce blu e quella stroboscopica avvertono tempestivamente il pedone.

2) Quando le condizioni acustiche non sono compromesse da rumori troppo forti, i segnali acustici restano i migliori amici della nostra sicurezza. Ecco perchè come secondo step per evitare incidenti suggeriamo di assicurarvi del corretto funzionamento degli allarmi sonori,tra cui quello di retromarcia, che deve avere un suono distintivo per preparare i pedoni.

3) Anche se sembra scontato dirlo, una componente fondamentale per garantire la sicurezza all’interno dei nostri magazzini e spazi di lavoro è rappresentato dalla preparazione del personale alla guida dei carrelli elevatori. Gli operatori devono infatti essere ben istruiti circa l’utilizzo di questa tipologia di veicoli tramite corsi appositi e disporre di un patentino di idoneità: essere a conoscenza di tutti gli accorgimenti necessari alla guida dei carrelli è condizione imprescindibile per evitare incidenti.

4) Non meno importante, l’adozione del sistema della zona di sicurezza: un accorgimento semplice da adottare sia per i carrelli nuovi che per quelli usati e di facile comprensione da parte del personale. Sostanzialmente consiste nell’utilizzo di LED ad alta potenza che proiettano delle linee luminose nelle parti laterali e posteriori del carrello, mostrando a tutti gli operatori qual è la distanza minima che devono mantenere per non incorrere in incidenti.

Grazie ad una adeguata preparazione del personale e agli ausili visivi e sonori anche un magazzino affollato e indaffarato può lavorare in tutta tranquillità: se avete bisogno di una consulenza gratuita su come equipaggiare al meglio i vostri carrelli elevatori ed operare nel rispetto degli standard di sicurezza, non esitate a telefonare o a visitare la sede Centro Carrelli di Bentivoglio.

Back to top